BIANUAL

BIANUAL

A partir de
Por R$ 299,00

ASSINAR
ANUAL

ANUAL

A partir de
Por R$ 178,00

ASSINAR
ANUAL ONLINE

ANUAL ONLINE

A partir de
Por R$ 99,00

ASSINAR


Mosaico Italiano é o melhor caderno de literatura italiana, realizado com a participação dos maiores nomes da linguística italiana e a colaboração de universidades brasileiras e italianas.


DOWNLOAD MOSAICO

Baixe nosso aplicativo nas lojas oficiais:

Início » Uccide a coltellate la sua ex davanti al nido, arrestato

Uccide a coltellate la sua ex davanti al nido, arrestato

23 de junho de 2009 - Por Comunità Italiana

{mosimage}La donna è stata colpita quattro volte mentre aveva in braccio il bambino, messo in salvo da un'educatrice

 

MILANO – Momenti di terrore martedì mattina a Milano, di fronte all'asilo nido comunale Cova di via Don Carlo San Martino 11, non lontano da largo Sereni, alla periferia est del capoluogo lombardo. Massimo Merafina, 45 anni, pregiudicato, dopo un'accesa lite si è avventato con un coltello da cucina contro la sua ex compagna Monica Morra, 33 anni, anche lei italiana, mentre quest'ultima aveva ancora con sé il loro bambino di 2 anni, che stava accompagnando all'asilo (erano le 8.40 circa). Secondo quanto ricostruito dai carabinieri che hanno ascoltato i testimoni, sembra che la rabbia dell'uomo sia scattata subito dopo che la donna ha ricevuto una telefonata. La donna, raggiunta da quattro coltellate di cui due al torace, è stata colpita davanti ad altre mamme e ad alcuni bambini che si trovavano nel piazzale dell'asilo. Il piccolo di due anni è rimasto illeso grazie alla prontezza di riflessi di un'educatrice dell'asilo, che l'ha letteralmente strappato dalle braccia della madre pochi istanti prima che il padre estraesse il coltello.

L'ARRESTO – L'uomo è fuggito e per correre più veloce si è anche disfatto di un falso gesso che portava al braccio e nel quale aveva nascosto l'arma usata per l'aggressione. La protesi è stata trovata sporca di sangue in un giardinetto poco distante dal luogo dell'aggressione. E' stato bloccato dopo una ventina di minuti mentre tentava di fuggire salendo su un autobus. Avrebbe precedenti penali ed è stato portato alla caserma di via Monti del nucleo radiomobile, in stato di choc. È in stato di fermo e non è stato ancora interrogato dal magistrato.

INUTILI SOCCORSI – Le coltellate al petto hanno provocato alla 33enne un arresto cardio-circolatorio. I sanitari del 118 sono riusciti a rianimarla e l'hanno trasportata d'urgenza all’ospedale San Raffaele, dove i medici hanno subito iniziato un disperato intervento chirurgico. Purtroppo tutto è stato inutile. Il bambino è stato temporaneamente affidato ai servizi sociali.
 
Fonte: www.corriere.it 

 

 

Comunità Italiana

A revista ComunitàItaliana é a mídia nascida em março de 1994 como ligação entre Itália e Brasil.

Leia também outras matérias da nossa revista.



Comentários

Leia agora a edição 294

ENQUETE

Governo Lula completa um mês. Até o momento acha que está no caminho certo?

Ver resultados

Carregando ... Carregando ...

NOSSO E-BOOK GRÁTIS

SIGA NAS REDES

HORA E CLIMA EM ROMA

  • 10h16
fique por dentro

Não perca
nenhuma
notícia.

Cadastra-se na nossa ferramenta e receba diretamente no seu WhatsApp as últimas notícias da comunidade.