U2 in concerto a Roma, si replica. Quello della band irlandese che festeggia i 30 anni dall’uscita del suo album più fortunato, ‘The Joshua Tree’, non è solo spettacolo, grandissimo spettacolo. Quando c’è Bono Vox sul palco, inevitabilmente l’impegno (politico, ambientalista, umanitario) sale con lui. Ed è accaduto anche nella prima data di ‘The Joshua Tree Tour’ all’Olimpico di Roma, sabato sera, quando il cantante ha eseguito il brano ‘Ultraviolet’, un omaggio alle donne, da Anna Frank a Simone de Beauvoir, passando per Grace Jones, Patti Smith, Angela Merkel e Ada Lovelace. Fra le grandi donne a cui ha dedicato la canzone – le cui immagini scorrevano dietro al palco – Bono ha inserito anche Rita Levi Montalcini e, soprattutto, Giusi Nicolini, ex sindaco di Lampedusa, simbolo dell’accoglienza italiana nei confronti dei migranti

Il frontman della band irlandese ha voluto così ringraziare l’Italia sottolineando l’impegno del nostro Paese sul fronte migrazione. “Grazie Italia – ha detto – perché mantieni le tue promesse, grazie alla guardia costiera ed ai marinai che salvano migliaia di vite. Siete i migliori – ha detto ancora Bono -. In Europa siete i migliori!”.

Cosa sapere sul concerto degli U2
IL PALCO

L’ingresso allo stadio Olimpico sarà possibile dalle 16.30. La disposizione del palco è prevista in Curva Sud: per questo motivo gli ingressi principali dello stadio saranno quelli tra la Curva Nord e la Tribuna Tevere, dove chi ha acquistato gli ingressi Red avrà un accesso dedicato.

La zona intorno allo stadio sarà blindata: si potrà parcheggiare nelle strade adiacenti al Lungotevere della Vittoria, Circonvallazione Clodia e Viale Angelico.

RAGGIUNGERE LO STADIO

Tenendo conto della nuova viabilità resa nota dal Comune di Roma, è consigliabile accedere allo Stadio Olimpico da ponte Duca D’Aosta, lungotevere Flaminio, lungotevere Thaon di Ravel e lungotevere Salvo d’Acquisto. Per chi utilizza i mezzi pubblici, si potrà prendere la metropolitana linea A fino alla fermata Ottaviano. Da lì l’autobus 32 e scendere alla fermata “Piazzale della Farnesina”. Altrimenti è possibile fermarsi a Flaminio, uscendo dalla metropolitana linea A, e prendere il tram 2 fino al capolinea di Piazza Mancini, procedendo poi a piedi fino allo Stadio Olimpico.

COSA E’ VIETATO ALLO STADIO

Come negli altri concerti (Ariana Grande, Tiziano Ferro) sono molte le misure di sicurezza comunicate dagli organizzatori. Sarà proibito portare all’interno dell’impianto valigie, trolley, borse e zaini purché piccoli (capienza 17lt, della dimensioni di un foglio A4). Rigorosamente vietati bombolette spray, bevande alcoliche, aste per selfie, treppiedi, strumenti musicali, penne e puntatori laser, fotocamere, videocamere, tablet e “tutti gli altri oggetti atti ad offendere” come coltelli o altri oggetti a punta.

Proibite anche bevande contenute in lattine, bottiglie di vetro, borracce di metallo o bottiglie di plastica e per gli abusivi sarà interdetto “qualsiasi genere di attività commerciale non preventivamente autorizzata, per iscritto, dalla società organizzatrice”.
Il concerto: la scaletta e l’inedito
Nelle due date romane la scaletta sarà divisa in tre parti e dove quella centrale sarà completamente dedicata alla riproposizione dell’album.

Prima parte

The Whole of the Moon (intro registrata)
Sunday Bloody Sunday
New Year’s Day
Bad
Pride (In the Name of Love)
The Joshua Tree

Where the Streets Have No Name
I Still Haven’t Found What I’m Looking For
With or Without You
Bullet the Blue Sky
Running to Stand Still
Red Hill Mining Town
In God’s Country
Trip Through Your Wires
One Tree Hill
Exit
Mothers of the Disappeared
Bis:

Miss Sarajevo
Beautiful Day
Elevation
Vertigo
Mysterious Ways
Ultraviolet (Light My Way)
One
Rain
‘The Little Things That Give You Away’
Ai concerti di Roma è annunciato – ma non inserito in scaletta – anche un brano inedito, ‘The Little Things That Give You Away’, che hanno fatto debuttare come brano di chiusura dei loro concerti del tour partito da Vancouver. (agi)