BIANUAL

BIANUAL

A partir de
Por R$ 299,00

ASSINAR
ANUAL

ANUAL

A partir de
Por R$ 178,00

ASSINAR
ANUAL ONLINE

ANUAL ONLINE

A partir de
Por R$ 99,00

ASSINAR


Mosaico Italiano é o melhor caderno de literatura italiana, realizado com a participação dos maiores nomes da linguística italiana e a colaboração de universidades brasileiras e italianas.


DOWNLOAD MOSAICO

Baixe nosso aplicativo nas lojas oficiais:

Renzi respinge l’offerta di Conte: crisi di governo sempre più vicina

06 de janeiro de 2021 - Por Comunità Italiana
Renzi respinge l’offerta di Conte: crisi di governo sempre più vicina

Contrordine compagni, Renzi rifiuta l’offerta di rimpasto e a quanto pare vuole la testa di Conte: la crisi di governo adesso sembra inevitabile. Nel giro di poche ore, dopo che gli scenaristi si erano già scatenati nel totonomi per il rimpasto, è nuovamente cambiato tutto. Il leader di Italia Viva – la più piccola formazione della maggioranza giallofucsia eppure ago della bilancia al Senato – infatti rispedisce al mittente l’offerta del premier. Renzi dunque non puntava a un ministero per la Boschi e altre poltrone di peso. Secondo il Corriere della Sera, il leader di Iv vuole le dimissioni di Conte e il passaggio al Quirinale.

Renzi respinge l’offerta di Conte, crisi più vicina

D’altronde Renzi era stato molto chiaro. Sulla sua Enews, l’ex premier ieri ha precisato che non è a caccia di poltrone e ha ribadito le sue richieste su Recovery plan, Mes sanitario, Servizi (e pure salute e scuola). L’ex premier chiosa nel suo consueto stile: “Se qualcuno davvero immagina che abbiamo fatto tutto questo baccano per prendere un ministero in più, quel qualcuno deve farsi vedere. Possibilmente da uno bravo. Grazie”. Quel qualcuno ovviamente è il premier. Quindi è tutto da rifare e la crisi è dietro l’angolo. A questo punto il leader di Iv o è un pazzo suicida oppure sa che se si andasse alla conta in Senato Conte non sarà in grado di sostituire gli indispensabili renziani.

Il leader di Iv guarda anche al Pd ed elogia Zanda

Renzi guarda anche al Pd – non a caso ha elogiato Zanda nella sua Enews di ieri – per mettere Conte nell’angolo. In una intervista al Corriere della Sera, Zanda, fedelissimo del segretario Zingaretti, non ci ha girato intorno: “Giuseppe Conte accetti il confronto con i partiti che lo sostengono, o il suo governo avrà vita brevissima. Secondo il senatore dem, il premier “avrebbe dovuto aprire la verifica mesi fa”. Ora, con il Recovery fund alle porte, “al punto in cui sono arrivate le cose, è difficile che si vada avanti senza un chiarimento vero, nei contenuti e sulla struttura del governo”. Più chiaro di così, si muore.

E’ al prossimo Cdm che Renzi potrebbe ritirare i suoi ministri

Il redde rationem tra Renzi e Conte potrebbe arrivare con il Consiglio dei ministri sul Recovery fund. In quell’occasione, il leader di Iv potrebbe ritirare i suoi ministri ufficializzando la crisi di governo. In tutto ciò, il premier non può certo stare sereno. Nonostante i dietrofront su Recovery fund e delega ai Servizi, il leader di Iv non vuole sentire ragioni. E Conte sa bene che se dovesse cadere non è affatto detto che Renzi lo rivorrà come premier. Anche nel Pd – dove non è più un tabù parlare di voto anticipato – sono in tanto a non poterne più dell’ex avvocato del popolo ora strenuo difensore della sua poltrona. Per non parlare del ministro della Salute, il compagno Speranza, che si è messo di traverso difendendo la “sua” Basilicata dalle scorie radioattive, dicendo che “non è idonea”. Quindi se Iv, LeU e pezzi importanti di Pd si mettono contro Conte, al premier resta solo ciò che resta del M5S, che farà di tutto per evitare il voto e sparire dalla circolazione. (Il Primato Nazionale)

Comunità Italiana

A revista ComunitàItaliana é a mídia nascida em março de 1994 como ligação entre Itália e Brasil.

Leia também outras matérias da nossa revista.



Comentários
Array
(
    [0] => WP_Term Object
        (
            [term_id] => 527
            [name] => Matteo Renzi
            [slug] => matteo-renzi
            [term_group] => 0
            [term_taxonomy_id] => 527
            [taxonomy] => post_tag
            [description] => 
            [parent] => 0
            [count] => 27
            [filter] => raw
        )

)

ENQUETE

Grupo de partidos e associações da Itália iniciaram campanha para convocar um plebiscito sobre a descriminalização do cultivo e do uso da maconha. Você é a favor da liberação?

Ver resultados

Carregando ... Carregando ...

NOSSO E-BOOK GRÁTIS

SIGA NAS REDES

HORA E CLIMA EM ROMA

  • 14h16
fique por dentro

Não perca
nenhuma
notícia.

Cadastra-se na nossa ferramenta e receba diretamente no seu WhatsApp as últimas notícias da comunidade.