BIANUAL

BIANUAL

A partir de
Por R$ 299,00

ASSINAR
ANUAL

ANUAL

A partir de
Por R$ 178,00

ASSINAR
ANUAL ONLINE

ANUAL ONLINE

A partir de
Por R$ 99,00

ASSINAR


Mosaico Italiano é o melhor caderno de literatura italiana, realizado com a participação dos maiores nomes da linguística italiana e a colaboração de universidades brasileiras e italianas.


DOWNLOAD MOSAICO

Baixe nosso aplicativo nas lojas oficiais:

Mattarella compie 80 anni

23 de julho de 2021 - Por Comunità Italiana
Mattarella compie 80 anni

Il 23 luglio 1941 nasceva a Palermo l’attuale Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che compie oggi, dunque, 80 anni. Un Capo dello Stato che, eletto nel 2015 con Renzi premier (votato con 665 voti), si è trovato, nell’ultima parte del suo settennato, ad affrontare con tutta la sua forza di spirito, la più grave crisi dal dopoguerra ai giorni nostri, donando al Paese una serie di fotografie che resteranno impresse nella storia italiana.

Mattarella, infatti, che negli anni precedenti, da politico navigato (democristiano ulivista), era riuscito ad assumere il  ruolo di arbitro imparziale e non interventista, ha dovuto assumerne poi uno sempre più da accompagnatore dell’Italia e degli italiani. Infatti, in questo nefasto periodo legato alla pandemia, che continua ancora oggi, Mattarella non solo ha dovuto fare i conti con l’epidemia, le paure della popolazione e le difficoltà oggettive davanti a cambiamenti così grandi nella vita della collettività, ma ha anche dovuto prendere di petto la crisi politica avvenuta nel bel mezzo della seconda ondata, sempre ad opera di Renzi, diventando giorno dopo giorno sempre più presente e sempre più punto di riferimento per le forze politiche.

Sono tanti gli avvenimenti e i gesti, simbolici e non, che hanno portato Mattarella ad avere un tasso di gradimento così elevato fra gli italiani, compresi quelli all’estero. Sicuramente la sua figura seria, risoluta e dritta, ma anche la sua umanità, la sua semplicità e la sua forza di spirito: a partire da quel fuori onda mentre si aggiustava un ciuffo di capelli ribelle, e da quel “eh Giovanni, non vado dal barbiere neanche io” proferito poco prima di parlare alla popolazione in uno dei momenti più drammatici della crisi-Covid. O la foto che lo ritrae tranquillo, “normale”, ad aspettare il proprio turno per la vaccinazione anti-Covid. O ancora quando il 25 aprile 2020, in uno dei momenti più bui della storia repubblicana, quando da solo è andato a rendere omaggio all’Italia libera dal nazifascismo in un Altare della Patria desolato, con la popolazione che poteva solo affacciarsi dalla finestra, costretta a casa da un nemico subdolo e invisibile che uccideva migliaia di concittadini al giorno. E come non ricordare la sua esultanza al gol di Bonucci nella recente finale del campionato europeo di Wembley vinto dall’Italia contro gli inglesi padroni di casa. Un sorriso sornione che ha rappresentato quello di tutti gli italiani, nello Stivale e oltre, mentre gli azzurri tiravano su la coppa in uno stadio svuotato dai furenti e delusi britannici. Insomma, un Presidente che si è messo al fianco della gente, mai sopra, sempre sottolineando i valori e i principi della costituzione, dando l’idea di uno Stato che al suo vertice era accogliente, e non solo cogente.

A questo compleanno tondo, il titolare del Quirinale arriva praticamente alla fine dei suoi 7 anni di carica. Dopo la sua nomina nel gennaio 2015, quando attraversò la strada dal Palazzo della Consulta (era Giudice Costituzionale) stabilendosi al Colle, il prossimo 3 agosto inizierà infatti il semestre bianco che porterà poi il Parlamento ad eleggere un nuovo Capo dello Stato nel prossimo febbraio (sempre che non ci siano sorprese e una sua rielezione, come avvenuto già con Napolitano).

Sono tanti gli avvenimenti che lo hanno fatto apprezzare anche dalle comunità italiane all’estero, partendo dai viaggi nel mondo, dove ha potuto visitare le scuole italiane di Atene, in Grecia, e poi di Asmara, in Eritrea; passando poi per gli incontri con le comunità di italo-discendenti più imponenti, in Argentina e in Uruguay; e poi ancora con quelle negli Stati Uniti, in California in particolare; per concludere infine con lo storico incontro con il presidente sloveno, Borut Pahor, mano nella mano davanti alla foiba di Basovizza. Un evento storico che ha dato un’altra fotografia che resterà, assieme alle altre, impressa nella memoria collettiva dell’Italia. Auguri. (l.m.\aise) 

Comunità Italiana

A revista ComunitàItaliana é a mídia nascida em março de 1994 como ligação entre Itália e Brasil.

Leia também outras matérias da nossa revista.



Comentários
Array
(
    [0] => WP_Term Object
        (
            [term_id] => 9286
            [name] => 80 Anni
            [slug] => 80-anni
            [term_group] => 0
            [term_taxonomy_id] => 9286
            [taxonomy] => post_tag
            [description] => 
            [parent] => 0
            [count] => 1
            [filter] => raw
        )

    [1] => WP_Term Object
        (
            [term_id] => 2582
            [name] => Sergio Mattarella
            [slug] => sergio-mattarella
            [term_group] => 0
            [term_taxonomy_id] => 2582
            [taxonomy] => post_tag
            [description] => 
            [parent] => 0
            [count] => 95
            [filter] => raw
        )

)

ENQUETE

Grupo de partidos e associações da Itália iniciaram campanha para convocar um plebiscito sobre a descriminalização do cultivo e do uso da maconha. Você é a favor da liberação?

Ver resultados

Carregando ... Carregando ...

NOSSO E-BOOK GRÁTIS

SIGA NAS REDES

HORA E CLIMA EM ROMA

  • 21h30
fique por dentro

Não perca
nenhuma
notícia.

Cadastra-se na nossa ferramenta e receba diretamente no seu WhatsApp as últimas notícias da comunidade.