BIANUAL

BIANUAL

A partir de
Por R$ 299,00

ASSINAR
ANUAL

ANUAL

A partir de
Por R$ 178,00

ASSINAR
ANUAL ONLINE

ANUAL ONLINE

A partir de
Por R$ 99,00

ASSINAR


Mosaico Italiano é o melhor caderno de literatura italiana, realizado com a participação dos maiores nomes da linguística italiana e a colaboração de universidades brasileiras e italianas.


DOWNLOAD MOSAICO

Baixe nosso aplicativo nas lojas oficiais:

Início » La Russa: «Unhcr sbaglia» L’Onu replica: «Attacchi inaccettabili»

La Russa: «Unhcr sbaglia» L’Onu replica: «Attacchi inaccettabili»

18 de maio de 2009 - Por Comunità Italiana

{mosimage}L'Alto commissariato per i rifugiati reagisce al ministro: «Fiducia nella Boldrini». Finocchiaro (Pd): «Ottusità»

 

ROMA – Non si placano le polemiche tra il governo italiano e l'Onu sulla linea del respingimento dei migranti adottata dal nostro paese. Dopo le dure parole del ministro La Russa nei confronti di Laura Boldrini dell'Unhcr, l'Onu replica con l'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati Antonio Guterres: «Gli attacchi immotivati e personali sono inaccettabili, non mutano e non muteranno l'impegno dell'Unhcr nel perseguire il suo mandato e la sua missione umanitaria», ha dichiarato Guterres. «Il mio rappresentante in Italia, Laurens Jolles, e la mia portavoce in Italia, Laura Boldrini, godono della mia piena fiducia nel portare avanti questo importante compito. Continueremo a lavorare con i governi e con tutti gli altri partner per affrontare queste sfide in modo da garantire il pieno rispetto dei diritti dei rifugiati e di quanti hanno bisogno di protezione internazionale».

LA RUSSA «Non conta un fico secco», aveva detto il ministro della Difesa La Russa riferendosi all'Alto commissariato per i rifugiati. E sulla portavoce Laura Boldrini, aveva aggiunto con un paradosso – «o disumana o criminale». Anche se poi, aveva smorzato i toni: «Non ho niente contro la signora Boldrini, se si è sentita offesa me ne dispiace», affermava il ministro ribadendo di considerare «umana l'azione dei nostri marinai nel riaccompagnare, come vuole la legge del mare, nel porto più vicino i migranti intercettati».

LA RUSSA – Prima dell'intervento ufficiale di Guterres, La Russa ai microfoni di Radio 3 aveva dichiarato che il Governo è «compatto», ministro degli Esteri compreso, nel ritenere che l'Unhcr sbaglia nel criticare l'Italia sui riaccompagnamenti in Libia degli immigrati. «Mi spiace che ci siano stati problemi di tipo personale dei quali voglio assolutamente chiedere ammenda». «Ma sto ancora aspettando dalla Boldrini la spiegazione del perché considera più umano accompagnare i migranti in Italia, rinchiuderli nei Cie e poi espellerli». La Russa ammette di avere utilizzato «toni comiziali» che sono diversi da quelli usati quando si fa «una dichiarazione ufficiale» e chiama in causa il ministro degli Esteri Franco Frattini per testimoniare l’unità di intenti dell’esecutivo sul riaccompagnamento dei migranti. «Frattini, che è l’uomo più moderato del governo, dice lunedì che gli organismi internazionali vanno rispettati, e io sono d’accordo con lui, anche quando sbagliano. Dunque dice che la Boldrini ha sbagliato», afferma La Russa. L'Italia è «già in parte» un Paese multietnico ma non è opportuno che divenga «multiculturale» perché storia, cultura e tradizioni devono rimanere «il segno distintivo.

FINI – Immediate le reazioni del mondo politico. Il presidente della Camera Gianfranco Fini, incontrando i giornalisti a Monopoli, a margine di un incontro con gli studenti sul tema della Costituzione italiana precisa: «Dovremmo sforzarci tutti di affrontare una questione così impegnativa e complessa per la società italiana senza cadere nella tentazione di dare vita a un confronto tutto finalizzato unicamente al voto per il Parlamento europeo che viene rinnovato tra qualche settimana» Per il presidente della Camera quello dell’immigrazione e dell’integrazione è un problema «di rapporto fra Unione europea e Paesi di provenienza degli immigrati, tocca il futuro della nostra società e andrà oltre il 7 di giugno».

FINOCCHIARO – Alle dichiarazioni del ministro La Russa, ha risposto anche con una nota Anna Finocchiaro, presidente del gruppo Pd a Palazzo Madama. «La posizione del governo – sostiene Anna Finocchiaro – sta rasentando l'ottusità costringendo il nostro Paese in una situazione di isolamento internazionale sempre più preoccupante. Siamo a una sorta di delirio di onnipotenza che dovrebbe preoccupare tutti coloro che hanno a cuore le sorti dell'Italia: su crisi e immigrazione, in nome della propaganda elettorale, questo governo – conclude – ci sta spingendo in un tunnel davvero pericoloso».

Fonte: www.corriere.it 

Comunità Italiana

A revista ComunitàItaliana é a mídia nascida em março de 1994 como ligação entre Itália e Brasil.

Leia também outras matérias da nossa revista.



Comentários

Leia agora a edição 292

ENQUETE

Você acredita que ainda pode haver uma reviravolta em relação às eleições brasileiras?

Ver resultados

Carregando ... Carregando ...

NOSSO E-BOOK GRÁTIS

SIGA NAS REDES

HORA E CLIMA EM ROMA

  • 17h18
fique por dentro

Não perca
nenhuma
notícia.

Cadastra-se na nossa ferramenta e receba diretamente no seu WhatsApp as últimas notícias da comunidade.