BIANUAL

BIANUAL

A partir de
Por R$ 299,00

ASSINAR
ANUAL

ANUAL

A partir de
Por R$ 178,00

ASSINAR
ANUAL ONLINE

ANUAL ONLINE

A partir de
Por R$ 99,00

ASSINAR


Mosaico Italiano é o melhor caderno de literatura italiana, realizado com a participação dos maiores nomes da linguística italiana e a colaboração de universidades brasileiras e italianas.


DOWNLOAD MOSAICO

Baixe nosso aplicativo nas lojas oficiais:

Início » Fini difende immigrati e giovani “Intollerabile ogni discriminazione”

Fini difende immigrati e giovani “Intollerabile ogni discriminazione”

02 de fevereiro de 2009 - Por Comunità Italiana

{mosimage}Il presidente della Camera: "Offrire a chi viene in Italia legalmente un chiaro quadro normativo"
"La flessibilità non deve per forza tradursi in precarietà per le nuove generazioni"

 

ROMA – Gianfranco Fini difende lavoratori immigrati e precari. Non è possibile "in alcun modo tollerare forme anche velate di discriminazione" nei confronti dei lavoratori stranieri, ha detto il presidente della Camera in occasione della presentazione a Montecitorio del rapporto del Cnel sul "Lavoro che cambia", presente il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. "Dobbiamo piuttosto offrire agli stranieri che vengono legalmente e lealmente a lavorare in Italia un chiaro quadro normativo, teso a favorire appieno la loro integrazione, il loro essere nuovi italiani'', ha aggiunto Fini, sottolineando anche che la flessibilità dul lavoro non deve tradursi per le nuove generazioni in precarietà.

Il presidente della Camera ha sottolineato che ''una parte sempre più significativa della forza lavoro presente in Italia è oggi rappresentata da lavoratori stranieri. E ancor di più lo sarà domani. Sono lavoratori che danno un contributo fondamentale in settori centrali del nostro sistema produttivo, da quello edilizio alla filiera agroalimentare, e che svolgono un ruolo insostituibile anche in altri campi, come quello della cura degli anziani, dei disabili, dell'infanzia''.

Fini ha poi ricordati i lavoratori più giovani e meno tutelati. "Stiamo vivendo tempi che pretendono risposte innovative e lungimiranti" perché "non stiamo vivendo una crisi congiunturale ma una fase di trasformazione strutturale e forse irreversibile nell'economia europea e mondiale", ha detto il presidente della Camera.

"L'Italia sarà più forte e più giusta se sarà maggiormente capace di offrire prosperità e economica e sicurezza sociale ai propri cittadini" e se sarà "meglio attrezzata per fornire opportunità di crescita ai propri giovani". Per le nuove generazioni, sottolinea, "la flessibilità del mercato del lavoro, indispensabile alla competitività dell'economia moderna, non può continuare a tradursi in precarietà ma deve divenire possibilità di affrontare il proprio percorso nel mondo del lavoro secondo principi di selezione e di gerarchia basati unicamente sulle capacità e sul merito".


La condizione "essenziale per il rilancio del nostro Paese – conclude la terza carica dello Stato – è che le forze della produzione e del lavoro si facciano trovare pronte quando ripartirà il treno della ripresa internazionale".
 
Fonte: www.repubblica.it 

Comunità Italiana

A revista ComunitàItaliana é a mídia nascida em março de 1994 como ligação entre Itália e Brasil.

Leia também outras matérias da nossa revista.



Comentários

Leia agora a edição 292

ENQUETE

Você acredita que ainda pode haver uma reviravolta em relação às eleições brasileiras?

Ver resultados

Carregando ... Carregando ...

NOSSO E-BOOK GRÁTIS

SIGA NAS REDES

HORA E CLIMA EM ROMA

  • 16h14
fique por dentro

Não perca
nenhuma
notícia.

Cadastra-se na nossa ferramenta e receba diretamente no seu WhatsApp as últimas notícias da comunidade.