BIANUAL

BIANUAL

A partir de
Por R$ 299,00

ASSINAR
ANUAL

ANUAL

A partir de
Por R$ 178,00

ASSINAR
ANUAL ONLINE

ANUAL ONLINE

A partir de
Por R$ 99,00

ASSINAR


Mosaico Italiano é o melhor caderno de literatura italiana, realizado com a participação dos maiores nomes da linguística italiana e a colaboração de universidades brasileiras e italianas.


DOWNLOAD MOSAICO

Baixe nosso aplicativo nas lojas oficiais:

Covid in Italia, Speranza: «Tutti gli italiani vaccinati entro fine estate»

08 de março de 2021 - Por Comunità Italiana
Covid in Italia, Speranza: «Tutti gli italiani vaccinati entro fine estate»

Il ministro della Salute Speranza sui vaccini in Italia: «AstraZeneca anche agli over 65». E su Sputnik: «Nessun pregiudizio»

«Entro fine estate conto che tutti gli italiani che lo vorranno saranno vaccinati». Il ministro della Salute, Roberto Speranza, tenta di rassicurare. E mentre il computo delle vittime sfiora quota centomila, e la diffusione delle varianti alimenta la preoccupazione, a «Mezz’ora in più» su Rai3, lui apre a prospettive ottimistiche sulla campagna di vaccinazioni.

Come? Innanzitutto somministrando su più ampia scala il vaccino Astrazeneca, fino ad ora, per precauzione, limitato agli under 65. Secondo Speranza «ci sono nuove evidenze scientifiche che dimostrano che può essere utilizzato su tutte le fasce generazionali». In queste ore, rivela il ministro, anche il Consiglio Superiore di Sanità ha dato parere favorevole. E quindi lunedì, o al massimo martedì, dice «ci sarà una circolare del ministero in questa direzione».

Cosa, sottolinea,«che ci aiuta. Perché avere un pieno utilizzo di tre vaccini ci permette di procedere in maniera più spedita e prenderci cura delle persone più fragili».Il ministro evidenzia che «In Italia siamo partiti dalle persone di più di 80 anni perché nei decessi di questo anno orribile per Covid, 6 su 10 avevano più di 80 anni», ma «prima avevamo 3 vaccini, di cui solo 2 (Pfizer e Moderna ndr) utilizzabili per tutte le generazioni». Al momento siamo sulla media di 180 mila vaccinazioni al giorno. Ma, sottolinea, «con le nuove dosi i numeri aumenteranno in maniera progressiva». Perché, aggiunge, «ora tra i vaccini, c’è Johnson & Johnson. Monodose: un fatto, sul piano logistico, molto rilevante».

Da qui il titolare della Salute attende la possibile svolta: «Nel primo trimestre abbiamo pagato, come gli altri paesi europei, una limitazione delle forniture. Ma dal 1° aprile inizia un trimestre in cui ci aspettiamo l’arrivo di oltre 50 milioni di dosi e puntiamo a raggiungere almeno metà della popolazione». Giacché il vaccino JJ non ha bisogno della seconda dose, quindi, prevede che «alla fine del secondo trimestre dell’anno ci troveremo in una situazione in cui la maggioranza sarà vaccinata e entro l’estate tutti gli italiani che lo vorranno».

Sulla possibilità di adottare anche il vaccino russo Sputnik, e di collaborare alla sua produzione, Speranza è chiaro: nessun pregiudizio ma, come per gli altri vaccini, si farà solo dopo le verifiche e il via libera di Ema e Aifa. «Se un vaccino funziona ed è sicuro mi interessa poco la nazionalità degli scienziati che ci hanno lavorato per cui sono aperto allo Sputnik come ad altri vaccini in giro per il mondo, purché i controlli delle agenzie preposte abbiamo buon fine. Se c’è l’ok di Ema ed Aifa siamo pronti a collaborare con la Russia, anche in tempi brevi». (Corriere della Sera)

Comunità Italiana

A revista ComunitàItaliana é a mídia nascida em março de 1994 como ligação entre Itália e Brasil.

Leia também outras matérias da nossa revista.



Comentários
Array
(
    [0] => WP_Term Object
        (
            [term_id] => 6602
            [name] => Pandemia
            [slug] => pandemia
            [term_group] => 0
            [term_taxonomy_id] => 6602
            [taxonomy] => post_tag
            [description] => 
            [parent] => 0
            [count] => 1318
            [filter] => raw
        )

    [1] => WP_Term Object
        (
            [term_id] => 6745
            [name] => Roberto Speranza
            [slug] => roberto-speranza
            [term_group] => 0
            [term_taxonomy_id] => 6745
            [taxonomy] => post_tag
            [description] => 
            [parent] => 0
            [count] => 32
            [filter] => raw
        )

    [2] => WP_Term Object
        (
            [term_id] => 287
            [name] => vaccini
            [slug] => vaccini
            [term_group] => 0
            [term_taxonomy_id] => 287
            [taxonomy] => post_tag
            [description] => 
            [parent] => 0
            [count] => 7
            [filter] => raw
        )

)

ENQUETE

Com a crise, a Alitalia fecha as portas no Brasil e teremos falta de voos entre o país e a Itália. Você acha que isso prejudica o turismo e as relações comerciais entre os países?

Ver resultados

Carregando ... Carregando ...

NOSSO E-BOOK GRÁTIS

SIGA NAS REDES

HORA E CLIMA EM ROMA

  • 23h17
fique por dentro

Não perca
nenhuma
notícia.

Cadastra-se na nossa ferramenta e receba diretamente no seu WhatsApp as últimas notícias da comunidade.