Nuovo appuntamento oggi, 23 giugno, alle ore 18.00, a Berlino con il ciclo “L’Ambasciata incontra…”. Questa volta l’evento sarà dedicato alla moda.

Con la moderazione della giornalista Maria Latella (SkyTg24, Radio 24, Il Messaggero), cinque giovani “fashionistas” italiani attivi a Berlino racconteranno i propri percorsi professionali e personali tra Italia, Germania e mercati internazionali. Come e dove hanno iniziato la loro carriera? Cosa li ha spinti a esplorare il settore moda a Berlino? Quali vantaggi offre loro la capitale tedesca e quali difficoltà presenta? Cosa significa oggi essere “fashionistas”, muovendosi lungo il confine ormai fluido e permeabile tra moda e design?

L’ambasciatore d’Italia Pietro Benassi accoglierà e presenterà gli ospiti: Andrea Bonfini, Nicola Gomiero, Ludovica Diligu, Beatrice Paola Ruffini e Alessia Flavia Vitale.

Fade Out Lab

Andrea Bonfini e Nicola Gomiero sono gli art director del marchio “Fade Out Label”, nato nel 2015 nel loro atelier di Berlino, per il quale creano e producono le loro collezioni unisex ed ecosostenibili utilizzando principalmente tessuto denim riciclato. Sono stati selezionati da “Who’s Next” Parigi e dalla piattaforma internazionale “NJAL” tra i marchi di moda più interessanti del momento.

Labo.art

Stilista, fondatrice del marchio Labo.art, con sede a Berlino e produzioni made in Italy, Ludovica Diligu si concentra sulla reinterpretazione creativa di tessuti naturali e tradizionali quali cotone, lana e lino. Le sue collezioni sono distribuite principalmente negli USA, in Giappone, Corea, Russia e Europa.

ALL OFF

Beatrice Paola Ruffini è una designer, costumista e stylist e nel 2009 ha creato il marchio distribuito in Europa ALL OFF (beach/loungewear), introducendo nel settore un nuovo concetto altamente alla moda, apprezzato dalla stampa italiana (Glamour, Cosmopolitan, Milano Finanza) e straniera (Intima in Francia, Cyl in Spagna, Intimoda in Russia, Oggi in Giappone e Sous in Germania). Lavora inoltre per cinema, tv, video, eventi e advertising. Nel 2015 ha fondato SET UP PRODUCTION (video produzioni).

Second Life

Alessia Flavia Vitale fa le sue prime esperienze come digital artist a Berlino, creando su “SecondLife” il label Violator, con migliaia di follower e clienti. Dal 2013 è fondatrice e designer di FINERBLACK, specializzata in gioielli, accessori e borse e referenziata da riviste quali Vogue e Glamour.

Le storie di questi giovani testimoniano che il Made in Italy è soprattutto bellezza, che si esprime attraverso la cultura, la creatività e l’eleganza. Moda e design sono due settori dell’industria creativa che hanno reso famosa l’Italia nel mondo. Se però negli scorsi decenni la separazione delle carriere fra stilisti e designer era netta, negli ultimi anni si è affermata una reciproca contaminazione fra questi due mondi, accomunati dallo stesso obiettivo di fondo: la ricerca del bello e ben fatto, una virtuosa sintesi fra la concretezza dell’artigianato tradizionale e uno spregiudicato spirito di sperimentazione, l’ambizione di creare un prodotto che, per funzionalità e originalità, possa lasciare il segno nella cultura contemporanea.

Berlino, città da sempre aperta alla sperimentazione, all’ibridazione ed al dialogo fra esperienze diverse, si propone in questo come nuova capitale europea della creazione del XXI secolo.

L’incontro, con ingresso gratuito previa registrazione, avrà la forma dell’intervista pubblica in italiano, aperta alle domande dei partecipanti.

“L’Ambasciata incontra… la moda” è organizzato dall’Ambasciata d’Italia a Berlino con la collaborazione di Macromedia University of Applied Sciences. (aise)